Buone pratiche e Servizi: promozione dei diritti umani e recovery nella salute mentale L’incontro è organizzato dal Centro collaboratore dell’OMS per la ricerca e la formazione in salute mentale ASUI Trieste con l’Organizzazione mondiale della sanità e presenterà il programma WHO QualityRights, la sua attuazione in Europa e nel mondo, nonché la nuova iniziativa dell’OMS per identificare esempi di buone pratiche basate sulla comunità servizi che rispettano i diritti e promuovono il recupero. … leggi tutto su http://www.triestementalhealth.org/Leggi altro →

Cisl-Uil e da FP Cgil – Cisl Fp – Uil Fpl della Provincia di Matera, il provvedimento di chiusura del servizio di psichiatria nell’Ospedale di Matera è stato sospeso. Con una comunicato stampa, l’Azienda Sanitaria assicura di aver trovato la soluzione per “proseguire regolarmente l’attività dei SPDC sia dell’Ospedale di Matera che di quello di Policoro.” … E’ stata dunque accolta la sollecitazione pervenuta da più parti, e non ultima dal territorio e dalle famiglie interessate, di cercare e trovare una soluzione soddisfacente che consentisse il proseguo delle attività a Matera e Policoro pur in presenza di oggettive difficoltà.” Leggi la notizia sul sito dellaLeggi altro →

Senza poter scegliere: questo il destino ineluttabile dei pazienti psichiatrici della Val Canale deportati in Germania. Veniamo agli antefatti. Fra estate e autunno del 1939 si concludono le trattative tra i governi italiano e tedesco e si avvia la pratica delle opzioni e del trasferimento nel Reich di quanti in Alto Adige / Sud Tirolo, Trentino e in Val Canale hanno operato quella scelta. La maggioranza delle famiglie della Val Canale opta per il Reich. Il loro trasferimento si lega alla cosiddetta K-Aktion, volta a creare in Carinzia zone di consolidamento del carattere nazionale: alcuni degli optanti sostituiscono, nelle fattorie confiscate, le famiglie non solo di ebrei,Leggi altro →