L’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità ha messo online le risposte alle domande più frequenti sulle misure contenute nel Dpcm del 9 marzo che riguardano i soggetti con disabilità e chi li assiste. La pagina web verrà di volta in volta aggiornata in base ai nuovi provvedimenti emanati. Dove posso reperire informazioni riguardo i provvedimenti del Governo in merito al contrasto del nuovo Coronavirus e relative alle persone con disabilità? La Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero della Salute pubblicano tutti gli aggiornamenti relativi al nuovo Coronavirus su questo sito. Aggiornamenti specifici relativi alle norme che riguardano le persone conLeggi altro →

L’Assemblea 2020 de La Società della Ragione e il Seminario organizzato per i giorni Venerdì 20 e Sabato 21 marzo 2020 a Treppo Carnico (Udine) sono rinviati in osservanza a quanto disposto in materia di prevenzione e contenimento della diffusione del coronavirus. Entrambi gli appuntamenti saranno ricalendarizzati appena possibile     In occasione dell’Assemblea della Società della Ragione a Treppo Carnico (date da definire) si terrà il Seminario “Il muro dell’imputabilità: dopo la chiusura degli Opg, la riforma del regime legale dei “folli rei”. Seminario sul superamento del “doppio binario”: discussione sulla proposta di legge circa il nodo della imputabilità/non imputabilità dell’autore di reato dichiaratoLeggi altro →

Siamo tutti discendenti di Caino. La nostra storia comincia con un fratricidio, con un crimine nella famiglia. Niente di nuovo si potrebbe dire di fronte ai fatti che fisiologicamente accadono nel corso dell’anno, non così tanti per altro, come si pensa. Niente di nuovo. E tuttavia fatti del genere, ci trovano immancabilmente impreparati e, come se fosse sempre la prima volta, riveliamo tutto il nostro sconcerto. L’interesse così esagerato, debordante e morboso che monta di conseguenza sembra voler coprire con fiumi di parole la nostra insicurezza più intima e profonda. Il colpevole certo e rassicurante non può che essere la follia, il mostro, l’alieno, l’altro diverso daLeggi altro →

Un grande psichiatra alla vigilia dei 90 anni si racconta nell’autobiografia Il fiume della vita. Una storia interiore (Feltrinelli): l’infanzia, le letture, la terapia dell’ascolto. «Non dovremmo mai dimenticare, lo ripeto senza fine, che senza analizzare cosa avviene in noi, nella nostra vita interiore, nulla sapremmo cogliere delle emozioni dei pazienti, e delle cose da dire loro». «Senza fine». Davvero non si stanca di ripeterlo Eugenio Borgna: la psichiatria, per lui, non è mai solo terapia del farmaco ma — e prima ancora — è medicina dell’interiorità. «La psichiatria — scrive — è chiamata a scendere nel cuore dei pensieri e delle emozioni delle persone, alle qualiLeggi altro →

Il rispetto della persona, dei diritti umani, dovrebbe essere premessa necessaria a qualsiasi iniziativa di cura. Il Servizio psichiatrico di diagnosi e cura dovrebbe essere vissuto come uno spazio accogliente e protetto, una retrovia dove, chi ne abbia la necessità possa ritirarsi, quel tanto che serve. Per poi tornare sul fronte, nella vita reale. Non da solo ma con al fianco altri servizi, quelli territoriali che sappiano giustapporre progetto di vita e progetto di cura. Così configurato lo spazio ospedaliero dovrebbe saper accogliere la crisi, consentire di elaborare la sconfitta per ridefinire nuovi traguardi. In Italia la maggior parte degli SPDC non è in grado di offrireLeggi altro →

La realtà ancora poco conosciuta di un internamento sistematico degli antifascisti nell’istituzione psichiatrica è un fenomeno stimabile in una forbice compresa tra i 475 individuati tra le schede del Cpc catalogate dall’Anppia – l’1,06% dei 44.540 del campione 602, pari ad un quarto circa del totale – ed il migliaio e mezzo di antifascisti internati in manicomio che si ricava dall’applicazione della medesima percentuale a tutti gli schedati. Il tutto in un quadro in cui l’epoca fascista è segnata dal fervore edificatorio del regime nel settore psichiatrico, e vede crescere sia il numero complessivo degli internamenti nei manicomi giudiziari – da 778 a 5.800 traLeggi altro →

Le condizioni socio-economiche hanno un ruolo centrale tra i determinanti sociali di salute e malattia. La presenza di disuguaglianze nella distribuzione della ricchezza è stata associata anche ad una maggior frequenza di disturbi psichiatrici[1]. In questo lavoro viene presentata un’analisi preliminare della relazione tra disuguaglianze economiche nelle Regioni italiane e incidenza dei problemi di salute mentale. In particolare, sono stati esaminati i tassi di incidenza First Ever (primo contatto nella vita con un Dipartimento di Salute Mentale) nelle diverse categorie diagnostiche presenti nel Secondo Rapporto Salute Mentale del Ministero[2]: schizofrenia ed altre psicosi funzionali, alcolismo e tossicomanie, depressione, disturbi della personalità e del comportamento, mania e disturbiLeggi altro →

Si è svolta ieri a Bergamo una riunione preparatoria in vista dell’incontro del 2 aprile 2020 “Città libere da contenzione. Insieme si può”. Nel corso dell’incontro, che si è tenuto a sei mesi dalla morte di Elena Casetto, è intervenuta la madre della giovane morta nell’incendio della sua stanza nel servizio psichiatrico diagnosi e cura dell’ospedale Papa Giovanni XXIII. Hanno coordinato i lavori Giovanna Del Giudice per la campagna E tu slegalo subito, Valerio Canzian per Unasam Lombardia e Camilla Morelli per il Forum delle associazioni per la salute mentale di Bergamo. Sono intervenuti, tra gli altri, il già Garante dei detenuti della regione Toscana Franco Corleone, Grazia ZuffaLeggi altro →

Si è svolta a Bari l’Assemblea del Movimento Rompiamo il Silenzio, presso la sede della Cgil, martedì 18 febbraio 2020. Mentre il 27 febbraio si è svolto l’incontro in Regione Puglia sul Centro Marco Cavallo di Latiano: il REPORT di Carlo Minervini Si è fatto il punto sulla situazione attuale, sui passi in avanti compiuti negli ultimi mesi e di contro sulle pesanti resistenze del sistema psichiatrico pugliese al cambiamento, segnalate in particolare dal “silenzio” delle Istituzioni. Questa la sintesi di quanto discusso e deliberato: si è preso atto ancora una volta che la Regione non ha aperto alcun “tavolo”, nonostante gli impegni sottoscritti nelLeggi altro →

1 Secondo la ricerca ProgresAcuti 2007, l’80% dei 323 SPDC italiani sono a porte chiuse e sono attrezzati per la contenzione. Una ricerca condotta dai SPDC del Lazio ha rilevato che in 21 SPDC, su 3130 ricoveri, si riportano 581 contenzioni, 297 pazienti contenuti, per 7252 ore complessive. 1 paziente su 10 è stato contenuto. Alcuni SPDC raggiungevano un tasso del 25% (1 su 4 contenuto). Vi sono protocolli per contenzione in ognuno dei 9 DSM del Lazio. Qualcuno si difende e parla di atto sanitario, qualcuno di stato di necessità (art. 54), qualcuno di terapia morale, educativa o pedagogica. Vi sono 21 SPDC restraint. LaLeggi altro →