Categoria: DOCUMENTI – APPROFONDIMENTI

Il Piano SocioSanitario Integrato Lombardo è un documento privo di indicazioni circa progetti con adeguate risorse dedicate, in cui si sorvola sulla condizione e sulle grandi difficoltà in cui versano i servizi di sanità pubblica della Regione. Colpisce la scarsa consapevolezza dei principi su cui si sono basati il movimento che ha portato al Servizio sanitario nazionale, in particolare il tema del rapporto fra esercizio della salute e territorialità, e il movimento che ha portato alla chiusura dei manicomi: va osservato al riguardo che a partire dal 1978, anno della 180 e della istituzione del servizio sanitario nazionale, la locuzione salute mentale ha sostituito ilLeggi altro →

Il Flexible Assertive Community Treatment è un’evoluzione dell’ACT (Assertive Community Treatment), intervento Evidence Based per la gestione territoriale dei casi più gravi in carico ai servizi di salute mentale. La flessibilità del FACT rispetto al modello originario consiste nel case-mix di utenti che vengono presi in carico: il 20% è costituito da pazienti con sintomi gravi, a rischio di ospedalizzazione, senza casa o rete sociale di riferimento; l’80% da pazienti ugualmente “gravi” ma che necessitano di trattamento e supporto meno intensivi. Il FACT si fonda in senso stretto sul modello bio-psico-sociale, fornendo, attraverso il suo team integrato: a) la gestione di malattia e sintomi (trattamento)Leggi altro →

In Italia, i rari standard di riferimento reperibili nelle normative regionali sono puntualmente disattesi, anche quando attengono a criteri per l’accreditamento dei servizi. Essendovi una stretta correlazione tra la consistenza numerica del personale in servizio e la capacità assistenziale che i servizi esprimono (al netto naturalmente delle caratteristiche “naturali” delle reti sociali e di sostegno non psichiatriche esistenti sui territori) è possibile assumere che questa estrema flessibilità costituisca una strategia non esplicita di governo della domanda. In altri termini, la riduzione del personale determina una selezione a maglie sempre più strette dei bisogni che saranno “presi in carico” dai servizi pubblici, con il conseguente dirottamentoLeggi altro →

Se tra il 2015 e il 2017 in Piemonte è più che raddoppiata l’incidenza trattata di persone con diagnosi di schizofrenia, lo stesso indicatore si dimezza in Calabria. Nel triennio, gli accessi in PS per patologie psichiatriche decrescono di 1/3 in Lombardia ma aumentano di oltre 2/3 in Molise. E se in Friuli la durata media del trattamento residenziale è diminuita del 77%, in Campania si è più che quadruplicata. Sono solo alcuni dei dati contenuti nel volume La Salute Mentale nelle Regioni. Analisi dei trend 2015-2017 pubblicato dalla Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica (SIEP). Le differenze che emergono sono eclatanti e solo in parte possono essereLeggi altro →

Un volume, curato da Franco Corleone, conclude un lavoro di ricerca e di approfondimento realizzato dall’Ufficio del Garante delle persone private della libertà della Regione Toscana in sintonia con il movimento per il superamento dei manicomi giudiziari. Il cuore del volume è rappresentato dalla proposta di legge volta al superamento del doppio binario e affronta il difficile nodo dell’imputabilità dell’autore di reato. L’ipotesi che affronta alla radice la questione, riprende le proposte avanzate in Parlamento nelle scorse legislature da Franco Corleone e chiarisce la necessità di intervenire sulle norme relative alla responsabilità penale dell’individuo malato di mente, abolendo la non imputabilità e di fatto scardinando la distinzione tra pene eLeggi altro →

L’analisi che SIEP ha condotto sui dati del Ministero della Salute relativi al triennio 2015-2017 fornisce un quadro dettagliato del sistema di cura per la salute mentale nelle diverse Regioni italiane. Queste informazioni costituiscono a nostro avviso uno strumento prezioso a disposizione della programmazione regionale per intervenire sulle criticità evidenziate. Come per l’Italia, per ciascuna Regione viene riportato il valore a 29 indicatori strutturali e funzionali, indicando eventuali variazioni rispetto all’anno 2015 SCARICA IL V QUADERNO SIEPLeggi altro →

Il Quarto “Quaderno SIEP”, La Salute Mentale in Italia – Analisi dei trend 2015-2017, è da oggi disponibile per il download gratuito sul sito SIEP.IT. A tre anni dalla prima pubblicazione ministeriale dei dati sul sistema di cura per la salute mentale in Italia, SIEP ha prodotto un’analisi del trend (2015-2017) a partire dal cruscotto di indicatori individuato nelle precedenti edizioni dei Quaderni di Epidemiologia Psichiatrica. A livello nazionale, i singoli indicatori vengono presentati sia in valore assoluto che come tasso in rapporto alla popolazione adulta residente nell’anno 2017 e, successivamente, confrontati con i valori dell’anno 2015. Gli indicatori vengono quindi analizzati singolarmente evidenziando perLeggi altro →

Pubblichiamo i materiali della Conferenza nazionale Salute Mentale: la relazione di apertura, gli interventi nelle sessioni plenarie e in quelle tematiche parallele, i report delle sei sessioni parallele, la dichiarazione conclusiva, i contributi sin qui arrivati da persone e organizzazioni. L’APPELLO CHE HA CONVOCATO LA CONFERENZA LA DICHIARAZIONE CONCLUSIVA DELLA CONFERENZA I REPORT DELLE SEI SESSIONI PARALLELE: 1 – Disuguaglianze, uniformità e risorse dei LEA: per il diritto alla salute mentale, in tutto il Paese (quali strumenti nazionali per). Relatore: Fabrizio Starace – Rapporteur: Nerina Dirindin 2 – Il lavoro del/nel Dipartimento di Salute Mentale, per un CSM regista della cura nel territorio. Relatore: AngeloLeggi altro →

Il 7 maggio 2019 una delegazione dell’ “OSSERVATORIO sul superamento degli Opg, sulle Rems PER LA SALUTE MENTALE”, composta da Stefano Cecconi e Antonella Morga, accompagnati da Luigi Marzano (CGIL BAT) e Filippo Iovine (FP CGIL Medici BAT), ha visitato la Rems di Spinazzola dell’ASL BAT (Barletta, Andria, Trani). Prima di tutto desideriamo ringraziare tutte le persone presenti nella Rems per la buona accoglienza che ci è stata riservata. Prima della visite, si è svolta una riunione con lo psichiatra responsabile della Rems Antonio Lattanzio e alcune/i operatrici e operatori delle due strutture (la Psicologa, due Terapiste della Riabilitazione, due Infermiere professionali), era presente ilLeggi altro →

Istituito, il 15 maggio 2019, il Tavolo tecnico Salute Mentale, presso il Ministero della Salute (Direzione generale della Prevenzione sanitaria). Il Tavolo, secondo l’articolo 1 comma 2 avrà il compito di: “ a)        verificare l’implementazione delle linee guida, linee di indirizzo e documenti scientifici, ivi compresi gli accordi sanciti in sede di Conferenza Stato-regioni e Conferenza unificata in attuazione del Piano di Azioni Nazionale per la Salute Mentale; b) verificare l’appropriatezza e la qualità dei percorsi di trattamento e riabilitazione erogati per i disturbi mentali c) approfondire, alla luce dei dati del Sistema Informativo Salute Mentale, l’esistenza di eventuali criticità nei Servizi territoriali ed elaborareLeggi altro →