Categoria: DOCUMENTI – APPROFONDIMENTI

Almeno 30 miliardi destinati a 10 Progetti per il potenziamento dell’Assistenza Socio Sanitaria Territoriale, questo il documento con l’Appello-Proposte lanciato da una vasta coalizione di associazioni e sindacati, che nel mese di settembre aveva già annunciato questa iniziativa. In programma ai primi di novembre una grande assemblea (online) per rilanciare la mobilitazione. scarica il documento: FINANZIAMENTI EUROPEI PER LA RIPRESA: USARLI BENE. PRIORITÀ ASSISTENZA SOCIALE E SANITARIA TERRITORIALE Il riepilogo dei progetti con le stime delle risorse da assegnare: Il PNT e i relativi Progetti Stime fabbisogni (euro) La stima dei fabbisogni va ulteriormente verificata e specificata. 1. Il PNT (Piano Nazionale per l’assistenza socio sanitaria Territoriale) 4 miliardi 2.      Progetto Case della SaluteLeggi altro →

 “La Rivista delle politiche sociali” nel recente numero dedicato all’epidemia Covid 19 ospita un importante intervento di Benedetto Saraceno, medico psichiatra, già direttore del Dipartimento di salute mentale e abuso di sostanze dell’OMS a Ginevra, ora segretario generale del Lisbon Institute of Global Mental Health. Saraceno, anche in riferimento alla strage di anziani e disabili accaduto in particolare nelle RSA lombarde,  argomenta in modo serrato e severo intorno alla banalità e pericolosità del “letto” come risposta principale, spesso unica, alla domanda di protezione, salute, lungo assistenza di vecchi, matti, tossicodipendenti, disabili fisici e psichici, persone con malattie croniche e degenerative. E, sulla base delle documentateLeggi altro →

Il coordinamento nazionale della Conferenza Salute Mentale ha inviato una lettera al Ministro della Salute Roberto Speranza chiedendo un provvedimento specifico per la salute mentale e per tutte le situazioni di fragilità sanitaria e sociale, che abbia validità vincolante per tutte le Regioni e che superi le gravi limitazioni della libertà che perdurano a carico dei sofferenti psichici. Nella lettera si propongono anche soluzioni concrete, basate su alcune buone pratiche …LEGGI LA LETTERA      c.a. on. Roberto Speranza Ministro della Salute Roma, 7 settembre 2020 Gentile Ministro, il nostro Coordinamento aveva già portato all’attenzione dell’opinione pubblica e di questo Ministero, quanto duro e difficileLeggi altro →

FINANZIAMENTI EUROPEI PER L’EMERGENZA, USARLI BENE, PRIORITÀ: ASSISTENZA/SERVIZI SOCIALI E SANITARI TERRITORIALI L’emergenza sanitaria da Covid-19, e le gravi conseguenze economiche e sociali che ha provocato, hanno spinto i Governi dell’Unione Europea a riconsiderare le politiche di austerity, perseguite in questi anni con esiti catastrofici, e a mettere finalmente a disposizione ingenti risorse per il rilancio dei Paesi colpiti dall’epidemia. Si tratta di una fondamentale occasione per ripensare e rilanciare il nostro welfare sociosanitario. Le risorse, ad oggi, sono quelle provenienti dal Recovery Fund (progetto Next Generation UE, per l’Italia: 209 miliardi di cui 90 come sovvenzioni), mentre restano da decidere quelle riferite al Meccanismo Europeo diLeggi altro →

Un libro che “cerca di dare un senso a tutta questa confusione”. Così Piero Chiambretti, riflettendo anche sull’esperienza di contagiato e sulla perdita della madre a causa del Covid-19, descrive, nella prefazione, ‘Positivi – Ritrovarsi dopo il disagio emotivo da pandemia” saggio firmato da Maria Emilia Bonaccorso, caporedattore aggiunto della redazione Specializzati dell’ANSA, esperta di salute, medicina e sistemi sanitari e Massimo Cozza, psichiatra e Direttore del Dipartimento di Salute Mentale ASL Roma 2, in arrivo nei Bookstore online (compreso il sito della casa editrice) e nelle librerie. Il volume (per il quale i due autori devolvono integralmente i loro diritti economici all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani)Leggi altro →

Introduzione Nei giorni scorsi è stata pubblicata la Relazione al Parlamento 2020 del Garante Nazionale dei diritti delle persone private della libertà (Relazione)[2].  Si tratta di un documento da leggere con attenzione perché è molto interessante, assai ricco di non solo di dati ma di grande cultura e riflessioni profonde che scaturiscono anche da apporti multidisciplinari. In questa fase, dove gli specialismi hanno mostrato i loro limiti è essenziale provare a vedere l’insieme, attraverso ambiti di dibattito, spazi d’incontro e confronto tra punti di vista e istanze differenti, diritti talora confliggenti, posizioni chiaramente contraddittorie per giungere a riformulare un patto sociale, reale e vissuto, unLeggi altro →

Il Garante nazionale delle persone private della libertà ha presentato venerdì 26 giugno la Relazione al Parlamento per il 2020, in concomitanza con la Giornata internazionale per la lotta contro la tortura. Mauro Palma, Presidente del Collegio del Garante, ha dichiarato nel corso del suo intervento, che “il ricorso alla tortura non è una pratica da relegare a contesti a noi distanti. Nessuno Stato può ritenersi immune da episodi che possano essere così qualificati. Abbiamo imparato – purtroppo proprio attraverso l’esperienza vissuta nel nostro Paese diciannove anni fa – come la tortura possa presentarsi anche laddove non vi sia una situazione tecnicamente definibile come conflitto,Leggi altro →

Il 23 giugno si è svolto il webinar Cgil ‘SALUTE MENTALE DI COMUNITÀ’ (programma). Guarda il VIDEO del webinar 16 giugno 2020 con gli interventi di: Stefano Cecconi (relazione), Fabrizio Starace, Giovanna Del Giudice, don Virginio Colmegna, Gisella Trincas, Andrea Filippi e le conclusioni di Rossana Dettori.   Leggi anche: —>  Conferenza Salute Mentale Assemblea nazionale 30 maggio 2020 —> La formazione universitaria del personale sanitario per la salute mentale. di Fabrizio Starace —> Ricominciamo dalla salute mentale: lo speciale di “Collettiva”, la nuova piattaforma Cgil, dedicato alla Conferenza Salute Mentale –> Periferie dei diritti e Covid 19. di Giovanna Del Giudice —> Coronavirus: vi siete dimenticati dei più vulnerabili e delle loro famiglie.Leggi altro →

Un’anticipazione dell’indagine condotta da Antonietta Mazzette, Daniele Pulino, Sara Spanu. In tempi di totale segregazione fisica,rinchiusi dentro le abitazioni per l’emergenza sanitaria (ciò vale per gran parte degli italiani), che sentimenti si provano? Quanto è cambiata la prospettiva da cui si osserva il mondo? Come vengono percepite le relazioni sociali, tanto quelle prossime, quanto quelle più distanti? Ma anche quanto mancano le relazioni casuali e spontanee nei luoghi di incontro e la scelta di stare insieme, ovvero tutte quelle relazioni che oggi sono negate? E ancora, com’è cambiato il senso di sicurezza e di fiducia verso sé stessi, i propri affetti (parentali ed amicali) eLeggi altro →

Nel marzo 2020, a seguito del lockdown dovuto alla pandemia da Covid-19, in emergenza, nel Dipartimento di Salute Mentale Dipendenze Patologiche è stato attivato lo Smart working per 71 operatori di diverse qualifiche, logopedisti, psicologi, tecnici, neuropsichiatri ed altri ai quali è stato poi inviato un questionario per valutare l’esperienza. Ha risposto il 94,3% e dal campione costituito prevalentemente da donne. I risultati segnalano un elevato livello di gradimento nello svolgimento a domicilio di attività come relazioni, siglatura di test, preparazione di materiali. Anche le attività di rete, di contatto con altri sembrano essere svolte con un significativo livello di efficacia. I contatti fra colleghiLeggi altro →