Mese: Novembre 2019

Uno dei limiti con cui devono confrontarsi le politiche di salute mentale nel nostro Paese è il particolarismo, ossia il restringere analisi e proposte operative all’ambito di specifica competenza tecnica o di appartenenza disciplinare, senza minimamente interrogarsi sull’impatto che le stesse hanno sul sistema globale che pretendono di governare. La complessità del tema salute mentale, nelle sue declinazioni psicologiche, sociali, economiche, politiche, per citare solo le principali, mal si adegua tuttavia al riduzionismo dominante, con la conseguenza che anche le più approfondite proposte di miglioramento sono in genere condannate all’irrilevanza, rispetto al quadro generale di riferimento. È per questo che il recente Rapporto Lancet su Salute MentaleLeggi altro →

Al Ministro della Salute on. Roberto Speranza Per conoscenza al Presidente della Conferenza delle Regioni e P.A. dott. Stefano Bonaccini Gentile Signor Ministro, abbiamo preso visione della bozza del nuovo “Patto per la Salute 2019/2021”, riscontrando che, nelle schede di sintesi, non vi è alcun riferimento alla Salute Mentale. Abbiamo già avuto modo di rappresentarLe la situazione di grave criticità in cui versa il settore della salute mentale nel nostro Paese. La situazione attuale è stata analizzata in ogni suo aspetto nella recente Conferenza Nazionale Salute Mentale, conclusasi con un documento propositivo che abbiamo portato alla Sua conoscenza. Abbiamo ritenuto, quindi, di proporre le seguentiLeggi altro →