Mese: Ottobre 2019

Il 24 Ottobre 2019 si è svolto, come previsto, il Seminario presso il Castello di Mesagne “Salute Mentale di Comunità o psichiatria? Riflessione collettiva sulla legge 180” organizzato dall’Ambito di Mesagne (che conta 9 Comuni del brindisino) in collaborazione con il Centro Sperimentale Pubblico “Marco Cavallo”, condotto dal giornalista mesagnese Tranquillino Cavallo. LA NOTIZIA SU MESAGNE NEWS La partecipazione della Cittadinanza (in particolare delle persone con diretta esperienza di sofferenza psichica e dei loro familiari ma anche di molti operatori) e delle sue rappresentanze politiche e sociali è stata notevole e adeguata alle aspettative. Gli interventi ricchi e stimolanti. Il dibattito intenso e partecipato. LeLeggi altro →

Il Quarto “Quaderno SIEP”, La Salute Mentale in Italia – Analisi dei trend 2015-2017, è da oggi disponibile per il download gratuito sul sito SIEP.IT. A tre anni dalla prima pubblicazione ministeriale dei dati sul sistema di cura per la salute mentale in Italia, SIEP ha prodotto un’analisi del trend (2015-2017) a partire dal cruscotto di indicatori individuato nelle precedenti edizioni dei Quaderni di Epidemiologia Psichiatrica. A livello nazionale, i singoli indicatori vengono presentati sia in valore assoluto che come tasso in rapporto alla popolazione adulta residente nell’anno 2017 e, successivamente, confrontati con i valori dell’anno 2015. Gli indicatori vengono quindi analizzati singolarmente evidenziando perLeggi altro →

Asarp. Storie in trasformazione, Il mese dei Diritti Umani, Radio Onde Corte organizzano a Cagliari due eventi venerdì 8 novembre presentazione del libro “La realtà non è per tutti” di Antonello D’Elia sabato 9 novembre presentazione del libro “Le scarpe dei matti” di Antonio Esposito IL PROGRAMMA L’Asarp, associazione sarda per l’attuazione della riforma psichiatrica, in collaborazione con la rassegna di letteratura sociale Storie in Trasformazione 2019, “le vie della gentilezza” presenta “SquiLibri” due giornate dedicate alla salute mentale e ai diritti delle persone con esperienze di sofferenza in occasione della settima edizione del Mese dei Diritti Umani. Venerdì 8 novembre alle ore 17.00 all’HostelLeggi altro →

Gentile Ministro Roberto Speranza, Le scriviamo in qualità di portavoce della Campagna nazionale …e tu slegalo subito per l’abolizione della contenzione, presentata a Roma nel gennaio 2016 da trenta primi firmatari, rappresentanti di associazioni delle salute mentale e diritti umani. Innanzitutto ci congratuliamo della Sua nomina a Ministro della Salute e Le auguriamo un proficuo lavoro. Ci rivolgiamo a Lei per chiederLe un sollecito incontro di presentazione della Campagna. La contenzione meccanica, ovvero la pratica di legare al letto o immobilizzare una persona in cura attraverso l’utilizzo di mezzi meccanici, è pratica, spesso sommersa, ancora diffusamente utilizzata nei confronti dei pazienti psichiatrici, ma anche di anziani, minoriLeggi altro →

In questa settimana, una marea montante di luoghi comuni, pregiudizi, approssimazioni e superficialità sono state dette e scritte intorno ai terribili e dolorosi fatti di Trieste. Il mio interesse a parlarne non ha alcuna intenzione polemica né con i giornalisti, né con gli opinionisti che si sono avvicendati. Sono le domande che mi rivolgono i familiari e i tanti giovani che nella nostra città faticosamente riescono a rimontare, a farcela e ritrovare possibilità di futuro, malgrado l’esperienza del disturbo mentale e l’attraversamento di diagnosi – come schizofrenia, che qui estendo a malattia mentale – che spesso suonano come inappellabili condanne. Nei giorni scorsi, e di recente ancheLeggi altro →

Dopo la sentenza del 25 settembre 2019 della Corte Costituzionale si è aperto un significativo dibattito sul “suicidio assistito”. Due piani, quello legale e quello clinico che dovrebbero trovare un punto di incontro e sintesi. Questo può avvenire solo a partire dalle pratiche, dalla centralità della relazione di cura e non all’esterno di essa secondo quanto previsto dalla legge 219/2017. La qualità della cura non è legata solo alle necessarie competenze specialistiche ma anche a quelle relazionali. Quella capacità creare fiducia, di dare ascolto e di entrare nel mondo interno dell’altra persona di coglierne i vissuti, di comprendere il dolore, la sofferenza rispetto alla vitaLeggi altro →